Gite e percorsi

Gita di notevole interesse che dal centro di Rhemes ND porta, passando dal bellissimo casotto di Sort, nell’omonimo vallone percorso da un facile sentiero che giunge fino alla testa di Entrelor. Da qui si scende fino al Plan di Feye, poi fino al pianoro di Entrelor dove si trova il Rifugio delle Marmotte ed in breve di nuovo al paese.

difficoltà: E
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1725
quota vetta (m): 2580
dislivello complessivo (m): 855

località partenza: Rhemes Notre Dames (Rhemes-Notre-Dame , AO )

note tecniche:
Bellissimo itinerario specialmente nel periodo autunnale, con colori da favola grazie ai boschi di larici

descrizione itinerario:
A Rhemes Notre Dame seguire il cartello Entrelor, attraversare il torrente su di un ponticello e imboccare il sentiero n. 2, ALTA VIA, che porta al colle di Entrelor; al primo bivio, lasciarlo e prendere a sinistra il sentiero per il Vallone di Sort; con numerose giravolte, si prende subito quota e si raggiunge la casa del Guardiaparco (acqua).
Qui c’e’ un’altra deviazione: a sinistra, si attraversano un paio di valloni e si raggiunge un’altra casa di caccia, a destra, il sentiero n. 7 porta in breve ad un colletto e di qui in pochi minuti alla Testa di Entrelor, la nostra meta, riconoscibile per via di una croce artigianale in legno.
Riportarsi sul sentiero e scendere nel vallone di Entrelor attraversando fino alle Alpi Feye’. Dalle baite, ora ormai diroccate, raggiunto di nuovo il sentiero n. 2, scendere nel vallone di Entrelor fino al Rifugio delle Marmotte. Da qui si raggiunge in breve il fondo del pianoro e la croce in legno che lo delimita, e di qui per bei boschi di larici fino a Rhemes su ampio sentiero.

alta via n.2 fino al colle di Entrelor, poi traccia
difficoltà: EE
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1723
quota vetta (m): 3227
dislivello complessivo (m): 1505

località partenza: Bruil (Rhemes-Notre-Dame , AO )

note tecniche:
gita lunga ma poco impegnativa fino alla cima nord 3212 m. per la cima sud si percorre una cresta di blocchi rocciosi un po’ instabili, finale un po’ aereo. Prestare un minimo di attenzione.

Descrizione itinerario:

da Bruil si segue il bel sentiero dell’alta via n. 2 fino al colle di Entrelor 3007 m (ultimo tratto ripido e molto faticoso), dal colle si segue una traccia abbastanza marcata che sale sulla destra, raggiungendo senza difficoltà la cima nord.
Si prosegue verso sud per la larghissima dorsale, che si restringe poi per formare una cresta a tratti aerea e caratterizzata da curiosi gendarmi dall’aspetto precario. Aggirando sul lato Rhemes i due-tre torrioni, si arriva sull’aerea cima (cautela in quest’ultimo tratto).  Bellissimo colpo d’occhio sul ghiacciaio di Entrelor.

02/08/15 – giuliano

In 3h 20′. A mio avviso l’unico punto dove prestare un minimo di attenzione sono gli ultimissimi metri dove si devono utilizzare un po’ le mani su roccioni elementari ma esposti, ma stiamo parlando veramente di un tratto di 4-5 metri lineari. I tre torrioncini che si incontrano subito prima, si passano a destra camminando in piano e con esposizione abbastanza contenuta. Giornata meteorologicamente perfetta, trovato le roccette finali un po’ verglassate ma la cosa non ha creato alcun problema.. Poco sotto il Colle di Entrelor c’è un passaggio attrezzato francamente inutile visto che a fianco passa il sentiero. oltretutto oggi le pedane erano piene di fango e scivolare in quel punto significa farsi veramente male (salto di rocce sottostante). Eccellente panorama dalle 2 punte sulla cima di Entrelor, da cui provenivano inquietanti rumori di scariche. Al mattino nessun umano in vista ma marmotte e camosci a profusione, al ritorno incontrato varia umanità che saliva al colle o faceva la traversata, nonché due escursionisti che si dirigevano verso la cima.

Tappa alta via n.2
difficoltà: E
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1666
quota vetta (m): 3002
dislivello complessivo (m): 1350

località partenza: Eaux Rousses (Valsavarenche , AO )

descrizione itinerario:
Dall’abitato di Eaux Rousses si sale con segnavia 8c con percorso in pineta di larici fino a sbucare su di un grande ripiano dove si trova la reale casa di caccia di Orvieille (m. 2165)si procede a sx.e attraverso pascoli si superano un paio di croci su2 dossi diversi e si giunge con un traverso a mezza costa ai laghi Djouan (quota 2516) quindi salendo ancora si raggiunge il lago Nero (m.2666)e continuando la salita con un ‘ultimo strappo si giunge al colle di Entrelor (m.3002).
Dal colle si scende un primo tratto ripidissimo e con pietre instabili quindi si continua su sentiero sempre ripido fino al vecchio alpeggio del Pian della Feja (m.2403), si supera l’alpage di Entrelor (m.2142) dove sorge il Rifugio delle Marmotte e con un ultimo tratto di discesa nel bosco si arriva a Rhemes Notre Dame. Il tutto in circa 6-7 ore a seconda della gamba.

difficoltà: BS
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota di partenza (m): 1723
quota vetta (m): 3430
dislivello complessivo (m): 1707

località partenza: Bruil (Rhemes-Notre-Dame , AO )

note tecniche:
Da Aosta si segue la strada per Courmayeur; oltrepassata l’entrata per la valle di Cogne si continua per la statale fino allo svincolo per le valli di Rhémes e Valsavaranche. Lo si imbocca e poco dopo, ad un bivio,si và a destra direzione val di Rhémes. Giunti a Rhémes N.D.,alla frazione Bruil si parcheggia l’auto.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio in centro a Bruil si oltrepassa il torrente su di un ponte e si segue tutta la mulattiera che sale nel bosco. Giunti ad un bivio si continua a destra puntando verso l’evidente croce già visibile dal basso; appena fuori dal bosco il terreno diventa più pianeggiante e si inoltra dentro al vallone d’Entrelor. Subito si passa vicino all’Alpe Entrelor, dove sorge il Rifugio delle Marmotte, poi si risale l’ampio vallone al centro-destra.
Al diminuire della pendenza si prosegue per un valloncello verso sinistra e lo si segue sbucando verso un colletto sulla sinistra (punto ove la pendenza è minore). Appena fuori si continua diritti verso la cima Percià (di fronte) e si risale il ripido pendio alla sua destra che ci porta sotto la nostra punta, un ultimo tratto ripido e si giunge in cima.
Con condizioni non sicurissime si raggiunge l’antecima della Cima d’Entrelor direttamente senza traversare per il ripido pendio verso destra.

difficoltà: MS
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota di partenza (m): 1723
quota vetta (m): 2579
dislivello complessivo (m): 856

località partenza: Bruil (Rhemes-Notre-Dame , AO )

descrizione itinerario:
Dal parcheggio dopo le ultime case del paese attraversare il torrente e risalire lungo una strada interpoderale passando di fianco ad una grande costruzione. Proseguire in direzione della croce ben visibile del castel Cucco. Arrivati sotto lasciare sulla destra il tracciato verso il vallone di Entrelor ed imboccare un valloncello sulla sinistra.
Il tracciato prosegue tra gli alberi in mezzacosta sino a risalire più ripido verso destra. Si sbuca così nei pendii superiori meno ripidi e con pochi alberi. Si lascia a sinistra la casa dei guardaparco e si prosegue lungo ampi pendii.
Sullo sfondo è ben visibile il colle di Sort e più a destra i bei pendii che conducono alle Cime de Gollien. Si risale sulla destra un vallone un pò più ripido sino a sbucare in una piccola conca e con un traverso verso destra raggiungere il Col Gollien e successivamente la punta.  In alternativa poco prima della casa di caccia 2294, girare a destra e puntare alla q. 2506 (a Ovest della punta), poi per la dorsale Ovest in punta

Possibile la discesa nel vallone di Entrelor.

online casino